Heather

HEATHER – Fiore di Bach n. 14
Calluna vulgaris, Erica, Brugo.

“Per quelli che sono sempre alla ricerca della compagnia di chiunque possa mostrarsi disponibile, trovando necessario discutere i propri affari con altri, non importa di chi si tratti. Sono molto infelici se debbono star soli per qualche tempo, breve o lungo che sia.”

Queste parole di Edward Bach descrivono chi può beneficiare del rimedio Heather, qualcuno definisce queste persone “attaccabottoni”. E’ una definizione che rivela però una modalità di approccio giudicante.
Immaginiamo infatti come possa sentirsi una persona che ha bisogno di Heather… sola, tremendamente sola e non si può giudicare il senso di solitudine di un altro individuo, anche se interferisce con il nostro diritto di voler stare in pace.
Questo fiore può aiutare la persona a ritrovare quel senso di pienezza e di appartenenza che ogni essere può sperimentare quando è connesso al proprio Sé.
Heather va quindi consigliato ponendo alla base della relazione col consultante un’accettazione positiva incondizionata connotata da una profonda empatia. Così, la persona potrà scoprire il piacere di stare con gli altri senza essere sopraffatta dall’ansia del “bisogno” di starci.
Pensiamo sempre ai rimedi di Bach come a frequenze in grado di armonizzare alcune polarità non in equilibrio.
In facebook molti soggetti potrebbero beneficiare di questo rimedio, auguro loro di trovare qualcuno che glielo consigli, o che possano riconoscersi e assumerlo per iniziativa personale.