Moxibustione

A cura di Emilio Minelli, medico, coordinatore del corso di perfezionamento in agopuntura e medicine non convenzionali alla facoltà di Medicina dell’Università degli Studi di Milano, centro collaborante OMS.

moxa

Cos’è la moxibustione? È il riscaldamento dei punti di agopuntura mediante coni o sigari ricavati da una pianta particolare: l’artemisia. La moxibustione o moxa fa parte di un più vasto sistema di cura orientale: la Medicina Tradizionale Cinese (MTC).

Chi la può praticare? La moxa può essere praticata dal medico agopuntore, ma anche dal paziente opportunamente istruito. Inoltre viene praticata da infermieri e ostetrici adeguatamente preparati.

Quali disturbi cura? Poiché la moxibustione è un ausilio della medicina tradizionale cinese e ha quindi un approccio olistico trova impiego in moltissime patologie. In particolare viene utilizzata nelle malattie reumatiche da freddo, vento e umidità, nei dolori addominali da freddo e nella dismenorrea. È anche utilizzata in ostetricia per far rivolgere i bambini che al momento del parto si presentano podalici. Questo può avvenire a patto che vi sia sufficiente spazio nell’utero materno (cioè se il bambino non è troppo grande) e se il cordone ombelicale non è intorno al collo del nascituro.

Quali sono gli strumenti di cura? Sigari o coni in cui è stata compattata la lana di l’artemisia. Vi sono poi due modi particolari per utilizzare questi strumenti: la moxa diretta e quella indiretta. Nella moxibustione diretta si bruciano i coni di artemisia poggiandoli direttamente sulla pelle in corrispondenza di un determinato punto di agopuntura. Questa metodica non viene molto praticata in Occidente perché non è particolarmente gradevole per il paziente.
Nella moxibustione indiretta, invece, i coni o i sigari non vengono messi a diretto contatto con la cute; talvolta vengono anche utilizzati per riscaldare gli aghi di agopuntura per amplificarne l’effetto.

Quanti trattamenti in genere sono consigliati? Dipende molto da ogni singolo caso.

A quali terapie può essere abbinata? Principalmente all’agopuntura, ma anche a tutte quelle discipline a cui quest’ultima si abbina, e cioè alla fitoterapia, all’omeopatia, alla dietetica, alla ginnastica, all’osteopatia.

Siti utili per informazioni

www.sia-mtc.it è il sito della società italiana di agopuntura e di medicina tradizionale cinese.

www.agopuntura-fisa.it è il sito dove è possibile trovare l’elenco dei medici agopuntori.

www.naturmed.unimi.it è un sito universitario al quale accedere per avere informazioni su medici agopuntori.