Rock water

ROCK WATER – “Fiore” di Bach n. 27

In realtà questo elemento del repertorio floreale di Bach non è un fiore ma è acqua di roccia.
Qual è l’insegnamento di questo rimedio? Imparare a trasformarsi come l’acqua!
La persona che ha bisogno di Rock water assegna un grande valore alle regole e alla disciplina, quando è in equilibrio è affidabile, rispettosa di tutti e di tutto, ha un’etica molto spiccata e radicata; ma se va in squilibrio alcuni comportamenti si “cristallizzano” e la regola diventa dogma.
Il rimedio può essere confuso con alcuni aspetti di Vervain ma, a differenza di quest’ultimo, Rock water non vuole convincere gli altri perché crede di sapere cos’è il meglio per loro; vuole piuttosto dare l’esempio e pretende che gli altri lo seguano.
Una frase tipica di Rock water è “se posso farlo io lo possono fare tutti, se posso seguire le regole io possono farlo anche gli altri”. In squilibrio Rock water si irrigidisce, si mostra come esempio di un comportamento “virtuoso” anche se questo gli costa grande fatica.
Un soggetto Rock water rispetta le regole religiose, sociali, personali perché ha degli ideali molto forti, ma quando scivola nell’eccesso diventa così rigido che finisce per fare del male per primo a se stesso negandosi ogni forma di piacere.
Il rimedio di Bach aiuta la persona a ritrovare quel movimento frizzante e gioioso dell’acqua che scorre fra le rocce. Il ritorno all’equilibrio non cambierà gli ideali e i valori della persona ma l’aiuterà a integrarli in modo fluido nel vivere quotidiano, contemplando anche “magnanimamente” l’errore proprio e dell’altro. Rock water in equilibrio sarà sempre d’esempio per gli altri ma non solo per il proprio comportamento etico e corretto, anche per il modo in cui saprà accogliere i propri limiti e quell’imperfezione che rende ogni essere unico e speciale.